Chirurgia ostetrica

La chirurgia ostetrica riguarda tutti gli interventi chirurgici relativi alla gravidanza, al parto e alla cura della madre e del neonato. Si concentra, dunque, sul trattamento di situazioni complesse e di emergenza che possono sorgere durante la gestazione, o durante il parto.

La chirurgia ostetrica comprende una varietà di interventi, tra cui il taglio cesareo, che permette di estrarre il feto quando non è indicato il parto vaginale, il cerchiaggio cervicale, in cui viene posizionata una fettuccia intorno al collo dell’utero per prevenire il rischio di aborto spontaneo e il raschiamento della cavità uterina, in cui si rimuovono eventuali residui del tessuto dell’embrione o della placenta dopo un aborto spontaneo

Gli interventi di chirurgia ostetrica che eseguo a Milano

Nei miei interventi di chirurgia ostetrica a Milano mi occupo di garantire la salute e il benessere di madri e bambini durante il periodo gravidico e nel momento del parto.

Uno degli interventi che eseguo è quello del taglio cesareo, indicato durante le complicazioni del travaglio, quando il feto si trova in posizioni scorrette, o nel momento in cui condizioni particolari rendono il parto vaginale rischioso per la mamma e per il bambino.

Il cerchiaggio cervicale è un altro intervento di chirurgia ostetrica in cui viene chiuso il collo dell’utero per prevenire il rischio di parto prematuro, o aborto spontaneo ricorrente, quando si riscontra un’insufficienza cervicale.

Dopo un aborto spontaneo incompleto o un aborto interno, posso intervenire con un raschiamento della cavità uterina al fine di rimuovere eventuali resti del tessuto embrionale, o della placenta.

Tagli cesarei

Il taglio cesareo è un intervento di chirurgia ostetrica che può diventare una scelta necessaria per diverse ragioni durante il travaglio o durante la gravidanza. In questo intervento si pratica un’incisione nell’addome e nell’utero per estrarre il bambino quando il parto vaginale è considerato rischioso o inadatto.

Generalmente si effettua questo tipo di procedura quando ci sono:

  • Complicazioni durante il travaglio;
  • Posizioni anomale del feto (podalico, trasversale, ecc…);
  • Condizioni mediche della madre o del bambino che richiedono l’espletamento di un parto operativo.


L’intervento è sempre eseguito prestando attenzione alla sicurezza di madre e figlio, in un ambiente controllato e sterilizzato in modo da gestire tempestivamente qualsiasi tipo di emergenza.

Cerchiaggio cervicale

Il cerchiaggio cervicale è una procedura chirurgica che coinvolge la chiusura del collo dell’utero con lo scopo di prevenire il rischio di parto prematuro, o di aborto spontaneo.

Si interviene con questo tipo di procedura quando si rilevano segni di insufficienza cervicale, ovvero quando la cervice tende a dilatarsi o a raccorciarsi.

In alcuni casi inoltre, pregressi interventi chirurgici alla cervice, possono rendere necessario il cerchiaggio se si desidera portare avanti la gravidanza.

Durante il cerchiaggio cervicale vengono utilizzata una fettuccia per stringere la cervice uterina e rinforzarne la tenuta. Questa procedura viene solitamente eseguita tra la 12ª e la 16ª settimana di gravidanza e la fettuccia puo’ essere rimossa nelle ultime settimane della gestazione.

Raschiamento di cavità uterina per aborto spontaneo

Il raschiamento di cavità uterina è un intervento chirurgico che permette di rimuovere i residui del tessuto embrionale, o della placenta dopo un aborto spontaneo.
Questa procedura è necessaria dopo un aborto spontaneo incompleto, dove potrebbero rimanere residui di tessuto all’interno dell’utero, o dopo un aborto spontaneo interno.

Il raschiamento si esegue utilizzando strumenti specifici che permettono di rimuovere in maniera delicata i residui. Alla fine dell’intervento, la paziente viene monitorata per assicurarsi che il processo sia stato completato con successo e per rilevare eventuali complicazioni.

Richiedi un consulto di chirurgia ostetrica a Milano

Contatti

Nome(Obbligatorio)
Consenso(Obbligatorio)